Philip K. Dick, Un Autore importante

9310_459378754114557_532380584_n

Mai letto fantascienza.

Tuttavia, nello sconclusionato e per certi versi sorprendente 2012, mi sono spesso sentita attratta da materiali variamente ascivibili al genere. Parole, immagini. Non voglio indagare il perché, voglio assecondare. Mi ritrovo a trentanove anni ad affrontare un genere che non ho mai considerato. Sono completamente digiuna, non ho un immaginario cinematografico a cui fare riferimento (e non intendo, per ora, averlo), voglio sentirmi una bambina alla scoperta. Ecco perché in questo blog c’è la categoria FANTASCIENZA BAMBINA. Sarà un approccio occasionale, distratto,  per me è un po’ difficile accettare tutti i patti che mi si richiedono come lettrice, devo dosare. Per questo sono partita dai racconti di Philip K. Dick. Perché sono racconti.

Ne ho letti un paio, non mi sono entusiasmata, ma Un Autore importante mi è proprio piaciuto.

Famiglia borghese, mogliettina devota che aspetta il marito. Lui, Ellis, e’ un impiegato pendolare. Non usa il monojet come tutti, lui ha il trasferitore Jiffi. E’ fighissimo, è una specie di teletrasporto che utilizza la quarta dimensione per muovere le persone senza sforzo e a velocita’ straordinarie. Ma il trasferitore Jiffi di Ellis e’ difettoso, c’è una piccola fessura che – si capirà alla fine – lo mette in contatto con uomini di un tempo passato. Inizia un dialogo con questi omuncoli, che gli porgono domande scritte in una lingua sconosciuta (si scoprirà essere ebraico antico). Lui usa un traduttore meccanico, fornisce le risposte richieste e si trova niente popodimenoche ad essere Dio.

Morale: attenzione a fare le domande, attenzione a come si risponde!

Annunci

4 Comments Add yours

  1. Noemi. ha detto:

    Bello! Ne ho in casa un paio di libri (be’, in casa non più… nello stavolo, piuttosto…), ma sono del meccanico che ama la fantascienza. Mi incuriosisci, credo li rispolvererò.

    1. stimadidanno ha detto:

      poi scegliamo un bosco in primavera e ci arriviamo con il trasferitore per fare dibattito live ;D

  2. eugenioeu2 ha detto:

    Mi hai incuriosito, di Philip K. Dick ho letto solo “La svastica sul sole”. Se vuoi provare la fantascienza non puoi non leggere Asimov con il ciclo della Fondazione e La Guida Galattica per gli Autostoppisti di Douglas Adams. Quest’ultimo più umoristico rispetto al più serio Asimov. 🙂

    1. stimadidanno ha detto:

      La Guida Galattica devo anche averlo… grazie per i consigli! e benvenuto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...