Cieli bambini, a cura di Livio Sossi

il

Mi sono sempre piaciute le antologie, mi riportano ai tempi della scuola, a quell’età in cui ero ingorda di parole lette e piccole grandi scoperte autonome. Perché l’antologia è così, è una visione di parte ma lascia fare, si lascia manipolare. Erano antologie narrative, un tempo, era il Contini all’università. Oggi invece è una miscellanea di poesia contemporanea per ragazzi, a cura di Livio Sossi. Ritrovo Munari, Chiara Carminati, Giusi QuarenghiPino PaceVivian Lamarque… e tanti altri autori, più o meno noti, più o meno riconducibili al mondo dell’infanzia. Sarà uno strumento per me, con e per mia figlia. Per dare alle parole il giusto peso, per farle capire che il pensiero può essere profondo senza essere pesante, può far toccare i cieli bambini. Cieli plurali, perché molti sono i traguardi che si raggiungono attraverso le parole.

Post scriptum

non so chi l’ha detto

lo deve aver letto

o solamente pensato

la poesia è verità

intuita con ritmo.

Nelo Risi

Come sono arrivata a questo libro? Attraverso Noemi, amica virtuale di lunga data, bibliotecaria e molto di più. Questo è il suo blog nato da poco, fresco come l’aria che si respira sulle montagne. Fortunati i bambini di quel paesino fiabesco, hanno la possibilità di esplorare boschi, esplorare figure, esplorare parole. Certamente chi tra loro è stato presente all’incontro con Livio Sossi non dimenticherà facilmente.

cieli

Info:

Cieli bambini, a cura di Livio Sossi, Secop Edizioni

Incontro in biblioteca con Livio Sossi

> La biblioteca di Livio Sossi

Con questa segnalazione partecipo al venerdì del libro di HMM.

Annunci

8 commenti Aggiungi il tuo

  1. Monica ha detto:

    esatto e ho notato che la figlia rimane incantata nell’ascolto di certe filastrocche quindi potrebbe essere pronta per la poesia;) grazie!

  2. stimadidanno ha detto:

    i testi andrebbero soprattutto letti in solitaria, assecondando la curiosità… è necessario trovare il tempo extrascolastico, che forse è quello che ci segna di più!

  3. Aliceland ha detto:

    Io do sempre colpa alla mia prof delle medie di avermi fatto odiare la poesia…di solito basta che una cosa sia in versi per rendermela incomprensibile. Poi da grande ho recuperato un po’, infatti ho studiato letteratura inglese. Comunque importantissimo il primo approccio alla poesia da bambini 🙂

  4. stimadidanno ha detto:

    a me la poesia proposta ai bambini piace molto, perché si riporta ad un uso semplice (che non vuole dire banale) e giocoso della parola. per me è davvero una riscoperta.

  5. stimadidanno ha detto:

    dovere! anzi no, piacere!

  6. Monica ha detto:

    sto lentamente pensando alla lettura ad alta voce ad alice di poesie e tu mi porgi su un piatto d’argento questa proposta! brava! grazie! sei sempre una fonte inesauribile di suggerimenti preziosi!

  7. Noemi. ha detto:

    Adoroti. Grazie…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...