Le novità

il

tutto un risveglio!
efelidi e formiche
(nel mio piccolo)

351. Haiku seduti sotto la luna

 

Haiku dal parco. La formica poi devo averla stesa con una manata sul braccio. Una manata poco gentile, la delicatezza mia è probabilmente un’intenzione e nulla più, tocca fare i conti con la realtà.

Questo è più o meno un post di servizio rivolto ai nuovi iscritti e agli affezionati distratti, per dire che:

1. Dalla settimana scorsa gestisco Measachair completamente da sola, il che vuol dire che con Camilla non parlerò più di sedie ma di fragole e ciliegie. Cosa cambierà? Non so bene. Dal punto di vista della gestione social del progetto e per quanto riguarda le interviste non cambierà sostanzialmente nulla. Sono curiosa io stessa di vedere se e come pubblicherò racconti di sedie scritti da sola, senza il conforto di una letturina notturna, critica e terapeutica. Boh, voi seguitemi e vedrete, intanto il materiale non mi manca. Manca il tempo di seguire ogni filo, quello sì, ma è la vitaccia di tutti. Intanto il blog è passato su wordpress, quindi iscrivetevi o seguitemi su fb se anche voi siete curiosi di vedere come andrà. A questo punto sta bene anche un chissenefrega ma siate gentili, non ditemelo che è un periodo che sono sensibile.

2. E’ haikumania un po’ dappertutto e mi ci sono trovata in mezzo. Quindi scrivo leggo e sperimento, senza velleità poetiche e più come pratica di sintesi e attenzione. E anche umorismo, se mi viene. Stasera ho scoperto cos’è un Senryū: “Un senryū non è la trasmissione di una importante esperienza estetica nella quale l’uomo si fonde con la natura (come nello haiku), ma una sagace penetrazione nel mondo della natura umana, debole e imperfetta, ma anche tenera e a volte commuovente. Un poeta di senryū prende dalla sua faretra ironia, umorismo, sarcasmo, parodia, e con queste frecce colpisce il lettore”. Ecco, forse sono un po’ più questa cosa qui, direi, stortignaccola di certo. Quel che importa è che la verguenza è passata del tutto e che mi prendo il gusto del fare e in più quello del coinvolgere. Haiku seduti sotto la luna, in questo senso, è davvero gratificante per la sua natura corale: gli haiku arrivano, e tanti!, da parte di adulti e bambini. Superata ormai quota 350, il blog meritava un logo come si deve e una nuova grafica. Se vi va date un’occhiata. 

3. Nuovo template e piccoli ritocchi anche qui su All’ombrache segue il resto da lontano e raccorda e raduna le schegge impazzite. Perché? Non lo so, spaciugare con i template mi rilassa e mi aiuta a pensare, a pensarmi, qui la domanda: chi sei, cosa fai? non la pongo solo io durante le interviste ma mi viene fatta, ultimamente, ed è bene tenersi pronti e avere le idee chiare. Non sta bene balbettare e se le cose che faccio mi assomigliano anche, tanto meglio. Per esempio oggi al parco facendomi gli autoscatti come una cretina ho capito che all’ombra ho questa faccia qui: 

 

10403433_730325087019921_8384352523504023573_n

Con le occhiaie e le borse contemporaneamente, ma contenta. E dunque si va avanti.

4. Ah, sto esplorando twitter, meglio tardi che mai. Mi trovate come @stimadidanno e ci piazzo più che altro haiku, tanto ho capito che i link non vengono aperti quasi mai. Sono astutissima eh.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...