Milano, luglio

La ragazza cromaticamente intonata alla stazione di Cadorna è fusa con l’ambiente e con lo smartphone, non si accorge.
Non si accorge dei segnali di libertà che la città ci offre, per lo meno in potenza.
O forse invece la sua libertà è tutta lì, dietro il touch screen, e lei se ne prende cura come può, provando ad annullare le distanze.
Importante è navigare, ognuno poi ha le sue rotte e i suoi perché.

2

9

37

10

6

5

4

1

8

La filastrocca è di Bruno Tognolini.
L’augurio di rotte libere è per chi, al momento, sta.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...