Il cane che ho visto io

il

Avesse visto o no Dio, certo Galeone era un cane strano. Con compostezza pressoché umana girava di casa in casa, entrava nei cortili, nelle botteghe, nelle cucine, stava per interi minuti immobile osservando la gente. Poi se n’andava silenzioso.
Che cosa c’era di nascosto dietro quei due occhi buoni e malinconici? L’immagine del Creatore con ogni probabilità vi era entrata. Lasciandovi che cosa?

Dino Buzzati, Il cane che ha visto Dio

il cane che ha visto dioil cane che ho visto io il cane ciambellaalghe

Un cane non così randagio come appare, padrone di una spiaggia. Sai che roba. E’ che l’animale di casa è una tartaruga – carina è carina, niente da dire – ma non è così espressiva. Giorni inselvatichiti quanto più possibile, dove i selvaggi erano gli integrati. Unz unz unz. E allora tutto un registrare animali, far pace con le alghe, tagliare i fili tecnologici e prender gusto a scarabocchiare a mano con il pennarellino 0.4. Se saranno state ore utili si capirà onda dopo onda, sto imparando anche io ad apprezzare la cartapazienza
Intanto, ben ritrovati!

Annunci

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. Pendolante ha detto:

    Bentornata a te.

    1. stimadidanno ha detto:

      grazie Pendolina Pendolante!

  2. Noemi ha detto:

    Bentornata, Stima Selvaggia. 🙂

    1. stimadidanno ha detto:

      non sai quanto, non sai quanto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...