Perché lo si fa, come lo si fa

Ho perso la bussola, succede.
Ora mi scrivo un calendario di un avvento tutto mio, irrispettosa e concentrata sul mio ombelico che non sono altro. Piccola, meschina, bisognosa di minuscoli traguardi e ricompense dolci. E con il tempo sballato, dato che il 2014 non mi basta. Meschina e presuntuosa e pure una brutta persona..

Sono ricominciate le interviste di Measachair. Storie, sedie, aspetti personali. Lo ripeto per l’ennesima volta, quando qualcuno si lascia un po’ andare e si riconosce nel mio ritratto seduto, beh, sono felice. E dunque ecco sedie fumettare molto intense: Laura Scarpa e Joseph Viglioglia
e un raffinato tuffo in Oriente: Monica Bertini
E altre ne verranno, con il tempo che serve.

Il laboratorio di Como si avvicina e sto lavorando ad altri progetti per e con i bambini. Fermento in tre versi tra carte speziate, conchiglie e legnetti e materiali brutti e vecchi da restituire a nuova vita – pronta a presentare idee e ad accoglierne di nuove, che le persone piccole vanno ascoltate. Età mentale (la mia) riguardo a queste attività: sette, quella giusta.

E poi. Ho finito la prima revisione del manuale didattico di Sybille Kramer, donna che come sempre succede mi fa divertire e mi apre prospettive nuove, colorate. C’è ancora tanto lavoro da fare ma la fine arriverà e sarà materiale interessante per molti, non solo per chi pratica homeschooling. Non siamo noi, è l’Octopus che lo vuole.

Sono dentro e sono fuori, e sbuffo. Tra un pacco di pratiche e una pila di fatture, con i guai della gente ormai archiviati dalla memoria e dall’ufficio ed enumerando in fila le mie precarietà, ho scritto una cosa per il concorso annuale che organizza un’amica, Melissa Cappelli dell’Agriturismo 26.80 di Longiano. Una filastrocchina da grandi che ha trovato in un disegno di Roberta Cadorin uno specchio, come spesso accade. Saremo presto appese insieme su una parete, la parte per il tutto in un esporsi conviviale, che bello!, vi farò vedere quando sarà il momento.

Fine del punto della situazione di quello che si può raccontare in pubblico.

1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...