2015, anno del flexagono: 3 appuntamenti a Milano

1

Sybille Kramer l’aveva previsto

Tutto bello, tutto interessante, ma esattamente… cos’è un flexagono? 

Per chi frequenta i blog sull’apprendimento il flexagono è cosa nota (Crescere Creativamente, Lapappadolce…) ed esistono diversi tutorial su youtube. Io l’ho conosciuto grazie a Sybille Kramer che lo ha elevato a forma d’arte.

10301133_1593840820842525_2740879372762820670_n
Nel giardino dell’Octopus è il flexagono che abbiamo creato Sybille Kramer e io.
È ispirato alla canzone dei Beatles Octopus’s Garden
e contiene illustrazioni e piccoli componimenti in forma di haiku.

Ricostruendo la storia del flexagono in rete, vediamo che anche se assomiglia ad un origami per il fatto di essere generato dalle piegature della carta, ha invece una matrice totalmente occidentale. Inventato nel 1939 dallo studente britannico Arthur Stone, è stato impiegato nella matematica ricreativa (riferimento Martin Gardner) e sviluppato in molti modelli, anche abbastanza complicati.

Il flexagono è un gioco di cartotecnica e si presenta come oggetto cartaceo di due facciate che, con opportuni movimenti, rivela facciate nascoste. Per costruirlo servono carta, forbici, talvolta colla. E basta. Nel caso del modello che utilizzo nei miei laboratori (Hexa Tetra Flexagon) la colla non serve, è facile impararlo e può essere davvero versatile.

Ogni facciata di un flexagono, combinazione di tessere incastrate, è piccola e si presta per essere arricchita con immagini e testi. Si può enfatizzare l’aspetto combinatorio attraverso elementi ricorrenti per un effetto grafico optical, oppure si può giocare sull’andamento circolare e sviluppare una storia. Il modello che utilizzo ha sei facciate, solitamente utilizzo la prima come copertina.

1-2

Questa è una delle facciate interne del flexagono
creato per la rivista Spazio, essere bambini è bellissimo.
Illustrato da Anna Pirolli, contiene “10 idee sulle idee”,
un decalogo sulla creatività in forma di haiku.

Nei miei laboratori insegno a costruire la struttura del flexagono e incoraggio a sfruttare le sei superfici che si rivelano decorandole con un senso logico. Metto a disposizione pennarelli, timbri, carte per collage, libri di haiku… Ciascun partecipante, poi, decide quali sono i contenuti e gli stili più interessanti per esprimersi. I laboratori sono un mix di tecnica e fantasia e si propongono di dimostrare quanto potenziale ci sia in un semplice foglio di carta quadrato.

Perché gli haiku abbinati ai flexagoni? Perché sono testi brevi e profondi. Sembrano semplici, ma rivelano molte sfaccettature… il loro significato travalica lo spazio ridotto in cui sono incastrati. E tra l’altro, la loro stessa forma è il risultato di un incastro magico: 5/7/5 sillabe.

Ricordo le date in cui terrò laboratori di flexagono a Milano:

> 11/4 h.16.30 Laboratorio “Crea il tuo flexagono” (Centro Ricreativo Tartuca)

> 18/4 h.16.30 Laboratorio “Crea il tuo flexagono” (Centro Ricreativo TartucaPiù)

> 19/4 h. 10.30 Laboratorio flexagono “10 idee sulle idee” – rivista Spazio, Essere bambini è bellissimo (Libreria Corteccia). Nell’occasione verrà costruito anche il flexagono allegato alla rivista.

Qui di seguito qualche immagine dai precedenti laboratori.

IMG_2011_1

10653573_803299663055796_6028844720738077728_n

1969377_803300339722395_3976276061307813198_n (1)

10341972_803299153055847_3629769625891319134_n

10670122_803300746389021_6243717581234086911_n

1

3 2

1

Annunci

2 Comments Add yours

  1. asabbri ha detto:

    finalmente ho capito cos’è il flexagono 😀

    1. stimadidanno ha detto:

      ahhaha eh me lo dicono tutti. cioè prima strabuzzano gli occhi, poi me lo chiedono 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...