Sauris, le premesse di un’invasione. Laboratori 25/28 giugno.

Ho appena digitato su google “maschere sauriane”. È un errore quella “I”, mi ha fatto capitare in un bosco, sì, ma c’erano due tipi loschi che se le davano di santa ragione. E chi lo sa se chi ha pensato Mortal Kombat (di cui ho sempre ignorato l’esistenza) si è mai fatto un giro a Sauris? Perché no? Mi aspetta un viaggio in Friuli Venezia Giulia, in Carnia. Mi aspettano boschi, profumi balsamici, una cultura antica preservata con orgoglio. E l’eco di un carnevale antichissimo, lo sciocco di maschere in legno capitanate da Rölar e Kheirar che regolano due gruppi: i belli e i brutti. Con il bene e il male, a Sauris, sembra tutto sotto controllo. Almeno una volta l’anno. E invece no. Perché a fine giugno arrivo io, che con la purezza non vado d’accordissimo. Mi viene istintivo mischiare le cose con approssimazione, scompigliare, sporcare. E sarà così la settimana di laboratori saurani (o sauriani?): la Cina e il vinavil, la tapioca e i flexagoni, gli aghi (sì, gli aghi!) e il legno, le maschere e gli haiku, le spezie orientali e la montagna. E poi di nuovo le leggende e le storie di Carnia tenute insieme dall’agar agar e da quello che ci inventeremo. Arrivo lì, con un immaginario tutto diverso da quello friulano, curiosa di vedere cosa succede. Eccomi, con questa “I” in più che chissà quante volte mi scapperà. Questa “I” che stamattina mi ha fatto scoprire il mondo degli uomini rettile – e in effetti le lucertole mi sono sempre piaciute. Dunque Saurani preparatevi, arriva la Sauriana. Per chi prevede vacanze in zona, ecco i riferimenti:

25 giugno: “DIALOGHI: la cultura di Sauris con gli ingredienti del Mondo” I Saurani descriveranno le maschere del loro carnevale, La Sauriana aprirà la sua valigia magica ed estrarrà ingredienti misteriosi e profumati. Ci inventeremo nuovi personaggi.

26 Giugno: “10 idee sulle idee o forse più: Spazio a Sauris” –  “Impariamo a costruire un Flexagono” Il paese è piccolo e le idee concentrate. Essere creativi, spesso, è più semplice quando lo Spazio è ben delimitato. Da dove nascono le idee? Si allenano? Si piegano? Si decorano? Si poeteggiano?

27 Giugno: “Leggero come un Haiku” – “Rilegatura giapponese alla zumpappero” Il Giappone sbarca a Sauris perdendo un po’ di compostezza per strada. La Sauriana, pungendo i Saurani sul vivo, mostrerà che è possibile comporre haiku per gioco e confezionare un libricino di poesie.

28 Giugno: “Costruiamo piccole scenografie con i Pop Up” – “Grande mostra di pittura” Architettura, Teatro, Accademia di Belle Arti. Ce n’è per tutti, con un pizzico di meditazione zen.

Per info e prenotazioni:  Per info e prenotazioni: 347 3131570 bibliosauris@gmail.com I laboratori si terranno presso la Biblioteca Comunale di Sauris, fraz. Sauris di Sotto, 2 – Sauris (UD). Non è difficile da trovare: è nella canonica, l’edificio a fianco alla chiesa.

2 6 53

6

Annunci

4 Comments Add yours

  1. annapirolli ha detto:

    Quello sulle rilegature giapponesi non me lo perderei proprio! soprattutto perchè è alla zumpappero! ehehe

    1. stimadidanno ha detto:

      tu sì che capisci, Anna!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...