Calima

2015-10-05 13.56.31

La donna di oggi è Calima.
Un mattino, sulla spiaggia, stava lì sopra sospesa ed era una bambina di mille anni che mi costruiva castelli di sabbia sulla testa. Era nebbia gialla che cancellava il sole, era una di quelle vecchie che tengono insieme le persone impastando, intorpidendo. Quelle vecchie antipatiche di cui nessuno parla mai, che si relegano nei racconti fantastici travestite da streghe. Eppure ci sono e sono tante e brigano. Si insinuano sotto le porte, sulle tende, impolverano di una terra che sporca senza darne troppo l’idea. Vivono vite di altri perché sono persone deserte.
Calima prova a togliermi il respiro – non riesce. Mi spia mentre vedo confuso – la deludo, viaggio leggera, io. Mi altera le prospettive e i primi cinque minuti le credo, ma presto mi stanco e faccio come tutti: mi perdo nella schiuma dell’oceano, mi lavo via la polvere dal corpo, dagli occhi. Sale contro polvere, bianco contro beige, 1-0 per la luce.
È un vento stupido, Calima, che si fa trovare nelle tracce sulle sedie di plastica del terrazzino e in rovesci rumorosi e inefficaci. Perde sempre, ogni volta dimenticato e sciacquato via a secchiate dalla vita che ha bisogno di rotolare veloce.
Calima mi ha ricordato una filastrocchina che avevo scritto tempo fa.

Melanziana vecchia befana
la veste è scura da far paura
la pancia è grossa di tutti i tuoi figli
(covi la rabbia mentre sbadigli).
‘Ché li hai mangiati e non li hai digeriti
stanno lì dentro spugnosi e assopiti
non son dotati di vita reale
si nutron dell’odio che solo sai dare.
Melanziana che orrendo destino:
sei brutta e cattiva di primo mattino.

Quando Calima è passata e dopo tutto quel lavar via della gente dell’isola, l’impatto dell’azzurro nitido stordisce. Vedo e tocco in modo diverso, i quattro piatti quattro (uno di scorta) in dotazione nell’appartamentino affittato mi sembrano tra le poche cose necessarie a vivere.

Rimane come una sensazione di dover stare il più possibile fuor di metafora.
Che sia questo, può essere?, il mio augurio per l’autunno.

Info:

Calima 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...