Da qui

il

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non ho nulla di intelligente da scrivere riguardo al terremoto.

Scorre luminosa  qusta vacanza nell’Austria tirolese, dove è quasi sempre presente uno spazio-gioco spesso fatto di niente. In ogni angolo, a 2000 metri appena scesi dagli impianti così  come sulla porta di una locanda del 1700. E quando non sono a disposizione lussuose casette sull’albero o complessi sistemi di canalizzazione per l’acqua, vanno bene anche la sabbia o la fontanella, una vecchia altalena o gli acquarelli infilati all’ultimo momento nello zaino, i sassi in equilibrio o i funghi da ritrarre.

Non ho davvero nulla di intelligente da dire e non mi ci metto nemmeno a tentare di far vibrare la tastiera su note emotive, commoventi: nessuno mi chiede una prova di sensibilità da esibire pubblicamente, nemmeno la mia coscienza.

Resto qui ancora qualche giorno, con il ghiacciaio apparentemente immobile che mi guarda. Lui può, tanto e alto e vecchissimo com’è, mi vede anche se ora è buio, mentre io lo sto solo immaginando. La valle è silenziosa, mia figlia è sprofondata tra i cuscini in piuma e a qualche centinaio di chilometri si scava ancora. Montagne dall’aspetto meno imponente vengono ora percepite con paura, contenitori di un male sopito che non vedeva l’ora di manifestarsi.

Ma tra qualche giorno, anche sui monti Sibillini compariranno giochi fatti di niente che avvieranno una lenta, fatale riconciliazione con la Terra.

 

Tra le tende dopo il terremoto
i bambini giocano a palla avvelenata,
al mondo, ai quattro cantoni,
a guardie e ladri, la vita rimbalza
elastica, non vuole
altro che vivere.
(Gianni Rodari)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...