Haiku. Preparando i laboratori con le classi / 1. Risguardi.

Giorni di cartoncino, rulli e ipotesi. Queste ultime, tenute sempre un po’ aperte.
Come i doppi risguardi di Haiku. Poesie per quattro stagioni, più una che mi piace far notare ai bambini e agli adulti: in apertura, una capriola piena di energia e tutto il calore del rosso; in chiusura, un blu cielo e il volo delle stupende farfalle di Serena Viola.

Ad ogni ciclo di laboratori sperimento nuovi materiali di supporto in relazione al tempo e agli spazi che avrò a disposizione. E anche quando non ho modo di far giocare i singoli bambini con i colori e la forma del libro, propongo soluzioni che facciano sentire il gruppo autore di un progetto, contemplando e addirittura incoraggiando l’errore come passaggio necessario alla ricerca espressiva.

Per le classi terze che incontrerò a breve, ho preparato dei leporelli che hanno anche una funzione di cartellone espositivo. All’esterno, l’ordine e il rigore di ispirazione giapponese. All’interno, gli spiazzanti gesti istintivi del rullo, riprendendo e mescolando i colori dei due risguardi. Il tutto sarà alleggerito dai pensieri in forma di haiku composti dai bambini, svolazzanti e leggeri come farfalle.

Info: sigerol@tin.it

26971882_1696863350366085_558115747_o27017905_1696863347032752_454711403_o26972506_1696861877032899_885121861_o26938297_1696861900366230_1675912846_o4

Annunci