Saltando nel mondo

il vecchio stagno – la rana salta tonfo nell’acqua Matsuo Bashō   Cosa significa leggere un haiku classico da questo nostro mondo rumoroso e distante? Che senso ha proporre ai bambini una poesia di Bashō, una formula metrica cristallizzata, un gioco linguistico? Si possono comporre haiku in una lingua diversa dal giapponese? Me lo chiedo dai tempi…

#BCM17 | Haiku. I sensi, le parole e i colori

18 novembre 2017 ore 11:30 Haiku. I sensi, le parole e i colori (anni 5+) Con Silvia Geroldi e Serena Viola. A cura di Associazione Culturale BA6 L‘haiku è una forma poetica proveniente dal Giappone. Ha attraversato un tempo e uno spazio che ci appaiono molto lontani, eppure è in grado di raggiungere adulti e…

Haiku, poesie per quattro stagioni più una, ed. Lapis

Questo libro non è ancora fisicamente tra le mie mani, sarà disponibile in libreria dal 26 ottobre. Nei prossimi mesi avrò modo di parlarne sul blog e off line diffusamente, per ora lasciatemi condividere anche qui la foto che l’editore invia a Serena Viola e a me. E anche la gioia!

Vento mi sento

io sono suono tra alberi di luce vento mi sento Giorgia M. L’haiku di Giorgia riassume bene il nostro sabato di cartopoetica genovese , trascorso sotto un pergolato vista mare. Lascio qui solo alcune delle bellissime immagini scattate da Anna Morchio e vi invito ad iscrivervi alla newsletter de La Bottega delle Favole se volete…

Presto l’inverno arriverà veloce e ululerà

In questi giorni sto riguardando tutta la documentazione relativa ai laboratori di haiku che ho tenuto lo scorso inverno. Chi vuole approfondire può leggere gli ultimi, lunghi post di Haiku seduti sotto la luna.   Questo tornare indietro e riorganizzare i materiali è dovuto alla preparazione del workshop Lo sguardo piccolo, haiku e sostenibilità, che terrò per…

Otto e quarantacinque

passa veloce / ottoequarantacinque / un papavero L’estate inizia con il caldo o con un viaggio? Con la fine della scuola o con i progetti coccolati nei tempi più lenti? Strana stagione, l’estate, per chi non va in ufficio.    

Ospiti a casa!

Cartopoetica per famiglie oggi alla Fondazione Pinac. In questo piccolo villaggio colorato, riusciamo a distinguere le case costruite dagli adulti? Quali parole accogliamo a casa nostra? Il più impetuoso è anche il più coraggioso, risponde rapido: SQUALI e PARENTI. Un bimbo solare ci mette un BOIA, per fortuna il suo sorrisone mi tranquillizza. Dalle parole…

Un saggio

(Altrove, persone stremate. Dalle scosse di terremoto, dalla neve, dal freddo, dalla malattia, da un amore finito. È un inverno che non piove luce su molte persone che conosco. Le fa stare lì, immobilizzate in una neve ghiacciata, e mi pare d’essere una delle poche che si muove e si salva. E infatti da qualche…

Ricomincia la C A R T O P O E T I C A in atelier

Buon anno a chi passa di qua! Dando ormai per scontato che tutto transiti per social più veloci (ad esempio qui o qui ), lascio anche sul blog questo pratico volantino riassuntivo. Ah, che meraviglia il mio accogliente porto sicuro Milanese… ehi voi che siete lontani, pianificate una gita primaverile?

Il richiamo delle anatre. Immagini dal Delta del Po.

L’estate è veloce, io la rincorro. Eppure, eccomi in frenata a lasciare una traccia dei giorni passati in Polesine sul Delta del Po. L’occasione era un laboratorio nell’ambito della bella manifestazione Rosolina Letteratura, organizzata dall’infaticabile Simone Martinello. Infaticabile e specialissima guida che ci ha condotto in territori dal fascino particolare, sottile e arcaico. Ho raccolto…

Marta sul delta del Po. Rosolina, 25 luglio, h.21.00

L’Italia è srotolabile, multiforme e multicentrica, piena di sorprese. D’estate in modo più evidente. Me lo ricorda un vecchio gioco in scatola, arrivato in casa da chissà dove, che mi aiuta a mettere in fila i molti luoghi visitati o da esplorare anche grazie a Senza ricetta. A proposito. Ho ricevuto un graditissimo invito, condiviso volentieri con…

Notte in baita e haiku a colazione in provincia di Trento

Ascoltare storie, dormire sopra il lago di Garda in un rifugio, respirare boschi, stare insieme. E il mattino successivo, filtrare l’esperienza scegliendo con attenzione le parole, le carte. Accogliere nuovi amici. Creare un libro, comporre haiku. Giocare insieme. Scendere a valle, con uno sguardo più acuto e pensieri alleggeriti. Mi pare un bel programma, vero?

Non penserai sia facile trattenere l’impronta di un fiore

“Una cosa non esiste fino a quando non l’hai disegnata”, mi ha detto una volta un’illustratrice, citando non so chi. Non so disegnare, partiamo bene, però ho l’inchiostro, il rullo, la carta di riso e qualche ora domenicale all’ombra. Provo. L’autunno scorso avevo stampato foglie di alberi differenti su una lunga striscia di questa carta…

Cambi e coincidenze

Di Voghera era un prozio visto solo una volta, esotico nella mia percezione di bimba piccolissima: gli mancava un dito perché aveva esercitato la professione del panettiere che si sa, non è un mestiere da tutti, e per di più aveva una moglie francese. Credo sia tuttora il parente più eroico che posso vantare. Ogni volta…

“La parola più importante” in classe

Per il secondo anno sono tornata alla scuola elementare di Bellusco, cuor di Lombardia. Questa volta con un libro la cui protagonista, Marta, è proprio identica ai bambini che mi sono trovata di fronte. Alle quattro classi prime incontrate ho proposto il laboratorio La parola più importante come esercizio di ascolto interiore e spazio strutturato all’interno del quale…

Tornare sui propri passi. Haiku in Brianza.

Tutto cominciò nel settembre 2014, con il primissimo laboratorio di haiku che si trasformò allegramente e caoticamente in una moltiplicazione dei pesci (e delle sillabe). Recidiva, sono tornata allo Spazio Libri Laboratorio La cornice di Cantù e questa volta in compagnia di Giuseppe Braghiroli. Laboratorio tutto speciale, quindi, avviato sotto la guida di mani esperte esplorando…

Senza ricetta in classe a Parma. Parlando di cibo, si parla di tutto.

Senza ricetta, nella cucina di Marta ha incontrato, e incontrerà, anche le classi. Se in libreria arrivano spesso i piccolissimi, incantati dalle illustrazioni di Giuseppe Braghiroli e coinvolti sulle prime più dalle situazioni in cui Marta si trova che dalla forma dei testi, è sui banchi che il libro viene apprezzato in tutti gli aspetti. I bambini…

Debutti in controluce

A giorni Senza ricetta. Nella cucina di Marta sarà nelle librerie. La prima presentazione ufficiale avverrà domenica 24/1 a Crema presso la libreria Il viaggiatore Curioso . Saranno giorni di carnevale e sfilate, perciò Marta ha pensato di declinare il laboratorio La parola più importante in versione mascherina… Ah, che primavera intensa. Non ci sono poi così abituata,…

Nascere (e auguri!)

Guscio nel tuorlo! È una cosa da grandi rompere uova.   Illustrazione di Giuseppe Braghiroli, haiku di Silvia Geroldi, dal libro Senza ricetta. Nella cucina di Marta, ed. Bohem Press Italia (da gennaio 2016 in libreria) *** L’uovo è quasi perfetto, ha tutto, è un pasto completo con il packaging intorno. Eppure, la sua perfezione…